Stemma e logo di Comune di Montale
Comune di Montale - Sito Ufficiale | Via Gramsci 19, 51037 - Montale (PT) - tel. 0573.9521 | 0573.55001 | Indirizzi PEC
Home Page home page
Contattaci contattaci
Eventi della vita eventi della vita
Aree Tematiche aree tematiche
Elenco A-Z elenco A-Z
Rubrica del Comune rubrica del Comune
Ricerca allegati ricerca allegati

Sei in:  home » Comunicati stampa » Termovalorizzatore di Montale: nessun malfunzionamento

News dal mondo

Comunicati stampa

Termovalorizzatore di Montale: nessun malfunzionamento

I Sindaci di Montale, Agliana e Quarrata  e l'Assessore provinciale Fragai fanno chiarezza su quanto sostenuto dal Comitato per la chiusura dell'inceneritore

A seguito della denuncia del Comitato per la chiusura dell'Inceneritore di Montale, che adombrava un malfunzionamento dell'impianto di Stazione a causa dell'utilizzo di una percentuale di carboni attivi inferiore rispetto a quella necessaria, i Sindaci di Montale, Agliana e Quarrata, l'Assessore provinciale Fragai, il dott. Coppi di Arpat, il dott. Gabbrielli, il dott. Biagini e il dott. Bolognini dell'Asl, il dott. Merendi della Provincia di Pistoia, il presidente e il direttore dell'azienda Cis, dott. Franceschi e ing. Perruccio, si sono riuniti lunedì 27 febbraio, per fare chiarezza su quanto fosse realmente accaduto.

Si è potuto accertare che la quantità di carboni attivi impiegata è sempre stata assolutamente nella norma; si è trattato solo un mero errore di trascrizione dei dati rilevati. Il report, che viene compilato manualmente come terzo controllo sui carboni attivi, evidenzia infatti, nelle caselle di registrazione, l'inversione di due dati, dalla quale ovviamente discende una vistosa alterazione nella presentazione dei risultati.

Nessun superamento quindi dei valori limite delle diossine, come peraltro dimostrato dalle analisi condotte sulla fiala di campionamento in continuo che era installata sulla linea oggetto della osservazione del Comitato nel periodo considerato e che ha evidenziato, nel periodo dal 16 novembre al 2 dicembre 2011, una concentrazione media di diossine che, non solo non hanno raggiunto il valore massimo di 0,1 ng I-TEQ/Nm3, ma non hanno neppure raggiunto il valore di attenzione fissato in 0,05 ng I-TEQ/Nm3, facendo registrare un valore di 0,00403 ng I-TEQ/Nm3 ovvero meno di 1/10 del valore di attenzione.

Si osserva anche che nel report delle analisi dei metalli pesanti, si trova una rettifica con la quale si chiariscono gli aspetti relativi ad una errata registrazione effettuata dal laboratorio di analisi che aveva eseguito gli autocontrolli.

Alla luce di quanto emerso, i Sindaci Scatragli, Ciampolini e Gori, insieme all'Assessore Fragai, rassicurano la cittadinanza circa l'assoluta regolarità di funzionamento dell'impianto, escludendo quindi categoricamente l'eventualità che possa essersi verificata un'emissione fuori controllo di diossine.

E' molto grave il fatto che, senza prima verificare in alcun modo i fatti attraverso un confronto con il Cis o con le Amministrazioni deputate al controllo dell'impianto, il Comitato per la chiusura dell'inceneritore di Montale abbia diffuso l'allarme nella popolazione, generando immotivata preoccupazione. Il diritto di accesso agli atti e la trasparenza amministrativa sono strumenti democratici fondamentali nella nostra società, ma devono essere utilizzati con scrupolo e senso di responsabilità, ciò che è evidentemente mancato agli esponenti del Comitato.

Non è accettabile che, in maniera del tutto strumentale, si instillino nella cittadinanza preoccupazioni e paure ingiustificate; per questo motivo gli Amministratori e i dirigenti degli enti coinvolti richiamano il presidente e i componenti del Comitato per la chiusura dell'inceneritore ad un comportamento più corretto e più onesto nei confronti della popolazione.

Montale, 28/02/2012

Per contatti:
Michela Pasellini
0573/952249

Pagina aggiornata il 28/02/2012 da admin
  • Comune di Montale
  • Via Gramsci 19, 51037 - Montale (PT)
  • Telefono: 0573.9521
  • Fax: 0573.55001
  • Numero di abitanti: 10.758
  • P.IVA: 00378090476
  • Codice Fiscale: 80003370477
  • Codice IBAN: IT93H0626070450000000113C01

Portale Web e Content Management System realizzati da SPAD srl | Openpage CMS